Guerrilla Marketing 2016

Oggi parleremo di alcune azioni di  Guerrilla Marketing: ma che cos’è?

Il suo nome è nato dal pubblicitario statunitense Jay Conrad Levinson e non ha nulla a che vedere con gorilla o altri pelosi primati. L’espressione “Guerrilla Marketing” si ispira al modello della “guerriglia”, ossia quella forma di conflitto in cui piccoli gruppi di militari o civili utilizzano tattiche poco ortodosse per affrontare e vincere contro un avversario generalmente molto più forte e più dotato dal punto di vista degli armamenti.

“Il guerrilla marketing è la verità resa affascinante. Ottenere obiettivi convenzionali attraverso l’impiego di mezzi non convenzionali. L’investimento maggiore nel guerrilla marketing si basa sul tempo, l’energia, l’immaginazione e le informazioni anziché sul denaro”.

– Jay Conard Levinson

Si usa per indicare una forma di promozione pubblicitaria non convenzionale, ossia che esce dagli schemi tradizionali per penetrare in modo diretto nella città ed entrare in contatto con la gente in modo provocatorio e spiazzante. Solitamente sono azioni a basso costo e ad alto impatto emozionale, grazie all’utilizzo creativo di mezzi e strumenti che fanno leva sull’immaginario e sui meccanismi psicologici degli utenti finali, catturando la loro attenzione con qualcosa di inaspettato.

 

Abbiamo deciso di mostrarvi alcune immagini con quelle che per noi sono le azioni di Guerrilla Marketing 2016 più belle ed interessanti di sempre: