In questo articolo verranno illustrate le ultime tendenze nel web design.

Nella comunità di sviluppo di web design, non c’è stata spesso una separazione tra aspetto estetico e funzionalità di un sito web. Mentre in questi ultimi anni abbiamo iniziato a vedere un cambiamento: per la prima volta vi è meno differenziazione tra i designers che iniziano ora a prestare attenzione oltre che all’estetica, anche alla funzionalità stessa del sito.

1. L’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale avrà un grande impatto sul modo in cui i progettisti pensano alla progettazione digitale. Il web design nel suo senso originario subirà un cambiamento e diverrà più chiaro e diretto. Come varie applicazioni ci stanno fornendo informazioni contestuali, l’intelligenza artificiale inizierà ad aiutarci ad interagire con tali informazioni. Ne vediamo esempi attuali nelle applicazioni mobile, ed è solo una questione di tempo prima che la AI veda una transizione all’ambiente web. Un esempio è M di Facebook, che è la risposta di Zuckerberg a Siri di Apple. Anche se potrebbe sembrare una copia spudorata, M può eseguire compiti che offuscano le funzionalità dei suoi rivali.

M è un assistente digitale personale all’interno di Messenger che porta a termine dei  compiti e trova le informazioni per te. E gestito da un’intelligenza artificiale che è stata addestrata e supervisionata da persone reali.
Un altro esempio è Smart Reply di Google per Gmail. Smart Reply facilita la vita agli utenti di Gmail, suggerendo 3 risposte basate sulla posta elettronica già inviata.

facebook M Web Design

 

2. Interazione anziché estetica

Tradizionalmente il web design nasce con software di grafica come Photoshop. L’aspetto visivo viene progettato assieme al layout in questa fase embrionale. Tutto questo fornice un’idea generica per il look finale, ma non è abbastanza per vedere come il design si comporterà successivamente in interazione con dei contenuti dinamici. In risposta a ciò, le software houses stanno iniziando a creare strumenti appositi di web design come Adobe Comet e Sparkbox. Questi nuovi software consentono ai designers di concentrarsi sull’interazione in presa diretta senza tornarci sopra per correzioni posteriori.

Adobe Comet Web Design

 

3. Design basato sui dati

Nel 2016 continueremo a vedere un’enfasi nel web design basato sull’estetica. Il design è personale e come tale può essere messo a parere. Le grandi organizzazioni hanno già accesso a strumenti di business intelligence e hanno la capacità di misurare la funzionalità del design scelto con misurazioni di click-through, conversioni, AB ecc. Tuttavia molte organizzazioni più piccole che precedentemente non avevano i mezzi per avere questi dati, con i nuovi software come Apropose, potranno seguire la strada di aziende più grandi.

apropose Web Design

4. Illustrazioni

Sempre più dispositivi con tecnologia retina stanno invadendo il mercato, e la visualizzazione web su questi dispositivi può a volte mostrare immagini pixellate o distorte. Un modo per risolvere questo problema è quello di utilizzare immagini grafiche vettoriali anziché i formati di immagine tradizionali. Infatti, il vantaggio della grafica vettoriale è che le immagini possono essere scalate a qualsiasi dimensione senza perdere risoluzione o alcun dettaglio visivo.

Alcuni anni fa, un nuovo formato grafico è stato introdotto: SVG. La cosa interessante di questi file è che gli illustratori che ne fanno uso in software come Adobe Illustrator, possono esportare il loro lavoro grafico vettoriale direttamente in formato SVG, che può poi essere visualizzato sul web senza problemi. Con il nuovo formato SVG, si inizierà a vedere molto più spesso l’uso di illustrazioni nel web design digitale.

illustrazione web Web Design

5. Storytelling

Lo storytelling è parte della natura umana e come esseri umani, ci piace vivere in una terra di finzione. Abbiamo letto i romanzi, visto film e opere teatrali. Siamo naturalmente attratti da una buona storia. I siti web che raccontano una storia spesso possono coinvolgere gli utenti e in tal modo evocare delle emozioni. Lo storytelling richiede la creazione di elementi visivi e di interfaccia utente in modo che gli utenti possano interagirvi. I progettisti del web design saranno quindi incoraggiati a utilizzare questa tecnica e inizieremo a vedere di più narrazione all’interno del design digitale.

storytelling Web Design

6. Scorrimento

Collegati allo storytelling sono i siti a scorrimento lungo che possono spesso essere intercambiabili. Un tempo si pensava che posizionare tutti i contenuti in un banner nella parte alta del sito fosse il modo migliore di agire, mentre ricerche recenti han dimostrato il contrario. Infatti lo scorrimento lungo permette agli utenti di essere trasportati in un viaggio. Con i progettisti di siti che insistono con design di tipo parallelo e lo storytelling che acquisisce man mano sempre più importanza, lo scorrimento lungo non avrà lunga vita.

7. Parola chiave: Minimalismo

Il minimalismo è diventato molto popolare nell’ultimo periodo, sostenuto dalla popolarità di framework vari come Google Material Design. Nonostante il minimalismo nel web design stia subendo molte critiche, è intuibile questo genere di scelta da parte dei designers. Mentre un tempo non si badava a cose come la user experience quando si progettava un sito, ora il modo di cui usiamo il web è cambiato radicalmente.  L’analisi dell’uso del web ha dimostrato che i design più funzionali risultano essere i più semplici e nel periodo attuale nel quale i design risembrano l’un l’altro non vi è più molta creatività riguardo la creazione di nuovi modelli visivi.

minimal Web Design

 

Fonti: http://www.smartinsights.com